L’Istituto Italiano Ricerca e Sviluppo ha volontariamente deciso di dotarsi di un proprio organo deliberante interno, definito Comitato Tecnico Scientifico (CTS), che valuta i Progetti proposti all’Istituto.

Il giudizio del Comitato è vincolante; solo i Progetti approvati senza riserve verranno presi in gestione.

Il CTS è etico e garante della libertà di Ricerca, promuove il confronto scientifico e la diffusione dell’innovazione tecnologica o anche della sola conoscenza in ogni suo campo di applicazione.

Si occupa altresì dell’informazione e della disseminazione dei suoi risultati.

 

LE FUNZIONI

IL CTS svolge le funzioni istruttorie di esame e valutazione dei caratteri di scientificità oggettiva e soggettiva nonché dell’eticità dei Progetti di Ricerca presentati all’OdR. L’ammissibilità è garantita in rispetto ai criteri di scientificità ed innovazione definiti dai Manuali europei di riferimento OECD (Manuale di Oslo - 2018, Manuale di Frascati – 2015) e dagli Standard indicati nelle normative comunitarie e nazionali.

Ai fini di valutare un Progetto, il CTS:

  1. Esamina i prerequisiti dei soggetti richiedenti l’esame dei loro Progetti di Ricerca;
  2. Valuta i criteri di ammissibilità dei Progetti di Ricerca presentati;
  3. Analizza i contenuti innovativi o degni di nota e individua gli ambiti di appartenenza dei Progetti di Ricerca (Ricerca di Base, Industriale o Scientifica o con nature comparative, interdisciplinari o trasversali tra esse);
  4. Giudica sui criteri di ammissibilità (criteri oggettivi) dei contenuti in essi descritti;
  5. Delibera sulla approvazione dei Progetti, esprimendone parere positivo oppure rinviandoli con riserva di accettazione oppure respingendoli per qualsivoglia carenza o mancanza di requisito degli stessi;
  6. Monitora attraverso l’Organismo di Ricerca, i risultati dei Progetti approvati e correttamente avviati fino alla loro conclusione;

Inoltre il CTS:

  • Suggerisce all’Organismo di Ricerca le attività da promuovere (in campo editoriale o della comunicazione di massa) per la diffusione e la disseminazione dei risultati di taluni Progetti risultati tra i più innovativi od interessanti.
  • Si adopera attraverso l’Organismo della Ricerca per il trasferimento tecnologico, la diffusione e lo scambio dei risultati con le Università oppure con altri Organismi della Ricerca nazionale o internazionale oppure con le aziende del territorio (o con le loro Associazioni di Categoria).
  • Contribuisce nelle forme convenute con l’Organismo di Ricerca, alla predisposizione o all’aggiornamento di percorsi formativi attraverso il trasferimento dei risultati di Studi e Ricerche.

 

I MEMBRI E COLLABORATORI


Prof. Ing. Silvio Massimo Lavagna

Prof. Ing. Silvio Massimo Lavagna



Silvio Massimo Lavagna è Professore di ruolo di Impianti dell’Industria Farmaceutica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Da diversi anni contribuisce alle iniziative scientifiche e culturali del Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco di cui fa parte promuovendo pubblicazioni e Progetti di Ricerca e Sviluppo di studio interdisciplinari nei settori di propria competenza. Di recente si è occupato della direzione scientifica di alcuni importanti progetti nazionali nell’ambito della biofarmacia come il Progetto “Farmaci innovativi solido orali” per il programma Life 2020 della Regione Lazio. È responsabile dell’area formazione, tirocini e stage della Sapienza di Roma, è autore di innumerevoli pubblicazioni di carattere tecnico-scientifico, è autore di numerosi brevetti in ambito strumentale, ed è esperto internazionale per i settori chimici, petrolchimici e farmaceutici.


Prof. Dott. Filippo Carlà-Uhink

Prof. Dott. Filippo Carlà-Uhink



Filippo Carlà-Uhink dopo essersi laureato in lettere classiche all’Università di Torino nel 2003, ha conseguito un dottorato di Ricerca in Scienze dell'Antichità presso l’Università di Udine. Ha svolto l’attività di professore ospite per l’Università di Vitoria in Brasile e presso quella di Novosibirsk in Russia. Attualmente è docente universitario presso la città tedesca di Heidelberg dopo aver insegnato nelle Università di Mainz in Germania ed in quella inglese di Exeter. Il suo curriculum vitae vanta numerose pubblicazioni di carattere scientifico, molte delle quali legate alla didattica universitaria.


Dott. ssa Maria Rosaria Ruggiero

Dott. ssa Maria Rosaria Ruggiero



Maria Rosaria Ruggiero è biotecnologa con Dottorato di Ricerca in Scienze Biomolecolari e Farmaceutiche. Ha maturato una esperienza nel campo della Ricerca biologica e chimica e nella diagnostica molecolare per immagini. Attualmente riveste l’incarico ministeriale di Ricercatrice presso l’Istituto di Biologia Molecolare di Torino. Vanta la sua presenza in svariati congressi nazionali ed internazionali ed i suoi lavori sono spesso oggetto di presentazione ed approfondimento.


Prof. Ing. Antonio Terrizzi

Prof. Ing. Antonio Terrizzi



Antonio Terrizzi è stato Presidente Fondazione Ordine Ingegneri di Torino e Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino fino 2017. Si è laureato in Ingegneria Nucleare con indirizzo Fisico strumentale presso il Politecnico di Torino ed è iscritto all'Ordine degli Ingegneri della Provincia del capoluogo piemontese dove attualmente ricopre l’incarico di docente di ruolo presso un noto Istituto Tecnico. Svolge l’attività di libero professionista nel campo della progettazione, direzione lavori, collaudo di opere private, nel settore degli impianti di sollevamento ed elettrici. È Direttore Tecnico presso una società primaria di gestione ascensori ed è titolare di uno Studio di Ingegneria.


Ing. Sylvia Haro

Ing. Sylvia Haro



Sylvia Haro di nazionalità francese si è trasferita a Torino dopo essersi diplomata nel settore scientifico in Francia così da continuare il suo percorso formativo presso il Politecnico di Torino. Si è laureata in Ingegneria Civile sezione Idraulica. Dopo varie esperienze lavorative presso alcuni studi professionali del capoluogo piemontese ha sperimentato l’attività sul campo come tecnico di cantiere per alcune aziende del settore edile. È accreditata presso il Tribunale di Torino in qualità di CTU e sovraintende alle traduzioni ed alle perizie tecniche in lingua (Progetto TAV Lione Torino). Vanta un’esperienza di docente in lingua sulle materie tecniche, attualmente lavora come responsabile tecnico presso un’azienda leader in Piemonte.


Ing. Alessandro Magagni

Ing. Alessandro Magagni



Alessandro Magagni nato a Bologna, si è laureato presso l’Università di Bologna in Ingegneria Civile con una tesi sperimentale presso il laboratorio LISG (Laboratorio di Ingegneria Strutturale e Geotecnica). È iscritto all’Albo Professionale degli Ingegneri di Bologna e investe le proprie competenze su un duplice fronte: quello dell’attività sul campo e quello della progettazione e di project management. Per il primo è tecnico esperto nell’ambito della cantieristica per cui esercita l’attività di gestione e direzione dei lavori, nonché funzioni di coordinamento della sicurezza e contabilità dei cantieri. Nel ramo della progettazione vanta un’esperienza in alcuni studi del capoluogo emiliano e la direzione di alcuni progetti in ambito regionale.


Ing. Edoardo Fadda

Ing. Edoardo Fadda



Edoardo Fadda si è laureato in Ingegneria Matematica presso il Politecnico di Torino dopo aver affinato una formazione in Financial Engineering in Svizzera presso la prestigiosa Ecole Polytechnique Federale De Lausanne (EPFL). Attualmente è Ricercatore presso il Politecnico di Torino e parallelamente concentra la propria attenzione nel settore della Ricerca e Sviluppo attraverso attività di progettazione, ricoprendo il ruolo di Responsabile Scientifico e partecipando allo sviluppo di Progetti in ambito europeo. Vanta la partecipazione a numerose Conferenze di interesse nazionale ed internazionale.


Dott. Perito Agrario Raffaele Mana

Dott. Perito Agrario Raffaele Mana



Raffaele Mana ha conseguito una laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie presso l’Università degli Studi di Torino. Da sempre affianca alle energie spese sul territorio piemontese l’attività svolta in ambito internazionale offrendo supporto tecnico di campo in genere. A partire dal 2016 ricopre la carica di Consigliere e referente regionale in un settore specializzato per il Consorzio dei Professionisti OATA, nato per potere venire incontro alle richieste del mondo agricolo nelle attività di Consulenza Tecnico Aziendale.   È consulente agronomico ed investe gran parte delle proprie competenze al servizio dell’Agricoltura Sperimentale sposando l’attività di Ricerca e Sviluppo alla quale affianca quella di docenza presso corsi post diploma ed infine di ideazione, progettazione e gestione di aree verdi.